Biblioteche LogudoroSito ufficiale del Premio Ozieri 

Visite: 46

Informazioni sull'opera

Titolo Carres de Femina
Sezione Poesia Sarda Inedita
Autore Stefano Flore
Nome  
Anno  2019
Argomento  
Descrizione  
Lingua  
Editore Premio Ozieri
Contributore ATHENA SRL
Tipo  
Formato  
Fonte Premio Ozieri
Relazione Concorso Premio Ozieri 2019
Copertura Logudoro, Sardegna Italia
Diritti Comune Ozieri, Premio Ozieri

 

 

 

Contenuto dell'opera

Trascrizione del testo:

CARRES DE FEMINA

Ma cantu mi sunt caras
sas carres tuas de fèmina
allumadoras de ganas
e contivizosas
de briones de amore.
Carres chi allatant frores
de misteru aprigu
e de ermosuras antigas
restadas in podèrios de vida
e illieradas prima ancora
chi sa grina primarza ‘e sa die
torreret respiru a su mundu.
Arcu paradu de asselenu tundu
sas donosas carres
disizadas in coro
e chircadas cun sa manu
dae sa fortza poderiosa de unu
carignu
chi si aberit durche
che cantu indeosadu de musa
crionzana.

Carres.
chi pedende amore amore dana
cando s’atopant
in filu ‘e pessamentu
e a cuncordu nde pesant su tempus
immerrendelu in galanas biadias.
Làgrima durche de late e poesia
sunt sas carres tuas amadas
oh amada mia
chi sempre apo chircadu
e chirco ancora
in sos traghizos de s’anima
in sas prigas de sa vida trampadora
in sos lentolos isfatos
apagados de nuscheles e suores
e in sos ammentos
lastimosos chi dolent
pro su tempus restadu a luna bassa
cando sa note
iscurigosa e muda
torrat sas soledades chi at su coro.


Visualizzazione dell'opera

Novità

Visite: 155

Epigrafia Giudicale. Sant’Antioco di Bisarcio: un’epigrafe commemorativa (1190-95)

 di Gian Gabriele Cau

 

Il saggio è stato pubblicato in  «Sardegna Antica: culture mediterranee», n. 50 (2016), pp. 35-42.

 

 

In una precedente occasione, sulle pagine di questa rivista, si è trattato di una iscrizione graffita nella chiesa di S. Antioco di Bisarcio, in agro di Ozieri. Si presentò, allora, uno studio sull’epigrafe

Visite: 138

Un inedito simulacro del Cristo Risorto (1780 circa) di Giuseppe Antonio Lonis, nella chiesa di S. Lucia di Ozieri

di Gian Gabriele Cau

 

Nel primo numero della «Voce del Logudoro» di quest’anno (VdL 22 gennaio) si dava notizia di cinque inediti simulacri del patrimonio di arte sacra di Ozieri, attribuiti, sulla base dell’analisi stilistica, a Giuseppe Antonio Lonis concordemente considerato dalla critica il massimo rappresentante dell’arte scultoria in Sardegna della seconda metà del Settecento.

Eventi e Iniziative

Visite: 135

60^ EDIZIONE - MANIFESTAZIONE PUBBLICA CONCLUSIVA

60^ EDIZIONE - MANIFESTAZIONE PUBBLICA CONCLUSIVA, PREMIAZIONE DEGLI AUTORI E RECITA DEI LAVORI.

OZIERI, SABATO 29 FEBBRAIO 2020 - TEATRO CIVICO "ORIANA FALLACI", ORE 15,30

Ospiti:

i poeti premiati nelle 3 sezioni del bando, Banda Brigata Sassari, Giuseppe Meloni (storico), Salvatore Ligios (fotografo/editore),

Torna all'inizio del contenuto